Saturday, June 28, 2008

Teorema notturno

© Annalisa Sonzogni

Annalisa Sonzogni è un’interessante autrice di paesaggi urbani notturni, ‘città normali che appartengono però a un mondo sospeso, dove notturno=diurno, interno=esterno, quasi a dichiarare che se la magia bianca esiste, essa consiste forse nella sua completa normalità a-normale’, per citare le parole che accompagnano una sua mostra del 2005, Teorema, Praha Torino Lyon.
Qui alcune immagini realizzate nel 2007 durante una residenza presso Gasworks, altre immagini qui e qui.

P.S. La qualità generale delle riproduzioni è piuttosto bassa, quindi avrete solo una vaga idea delle sue immagini. Si tratta di qualcosa di piuttosto frequente tra gli autori italiani – la maggior parte di coloro che non fa lavoro editoriale rifugge dall’idea di mettere il proprio lavoro online.
Perché avere un sito personale confliggerebbe con l’intraprendere una brillante carriera nel mondo dell’arte visiva?

© Annalisa Sonzogni

Annalisa Sonzogni makes quite interesting night urban landscapes, ‘cities that belong to a suspended world where night=day, internal=external as if it stands to declare that if white magic does exists it would consist of its complete ab-normal normality’, quoting the text introducing her 2005 work
Teorema, Praha Torino Lyon.
Here some images from her artist residency at Gasworks in 2007, more images also here and here.

P.S. Overall quality of the reproductions is quite poor, so you’ll have a vague idea of her images. This is something quite common among Italian contemporary photographers - most part of those who don’t do editorial run away from the idea of putting their work online.
Why having a website in Italy generally should not fit with a career in the fine arts world?


© Annalisa Sonzogni

3 comments:

cabrabesol said...

Una nota sul post scriptum in Italiano per amor patrio. Forse il problema di non avere un sito personale e' legato alla antica regola che consenti il finale glorioso della dinastia dei ming. Mai mostrarsi diversi del maestro/mentore di turno. Pero' forse e' solo paranoia.
Certo e' che il gotha del commercio photo/artistico Italiano non e' parimenti presente.

logu said...

ti interessa la mia produzione?
www.logu.it

logu said...

una nota a cabrabesol.
In italia la fotografia artistica è troppo settoriale e d'elite.
Io ho organizzato per 5 anni una mostra "www.digiarte.info" al solo scopo di scardinare tale monopolio attraverso nuovi schemi liberi.

Una gran fatica ma l'unico modo per emergere a livello internazionale fuori dal circuito delle gallerie.