Monday, November 24, 2008

Eccezioni

© Carlo Corradi

Cos'è che mi porta a guardare più volte le rigorose immagini di Carlo Corradi? Cartelloni stradali vuoti, persi nel buio, vedute del mare che mostrano i segni lasciati (?) dal nuotare di qualcuno. Forse è la sensazione che il sole al tramonto si rifletta su quelle superfici geometriche, forse è la strana idea di provare a lasciare delle tracce sul mare, chissà. Forse ne sapremo di più domani, quando sia lui che il sottoscritto saremo presenti nel debutto di un'interessante collettiva virtuale (in grande compagnia, vedrete). Per il momento continuerò a interrogarmi sulle sue immagini (e sui loro nomi misteriosi, come "Introspection exception, Studio #7").

© Carlo Corradi

What is it that keeps me looking at the strict style of Carlo Corradi's images? Empty street billboards lost in the night, a view of the sea with the signs left (?) by someone swimming inside it. Maybe it's the feeling of the sunset reflecting in those geometric billboards, maybe it's the fascinating idea of leaving a trace on the sea, who knows. We'll maybe find out more tomorrow, when a collective virtual show hosting both him and myself (together with a really great company, you'll see) will open. For now, I'll keep wondering about his images (and their mysterious names, like "Introspection exception, Studio #7").

© Carlo Corradi

5 comments:

Anonymous said...

Salve, secondo me questi lavori non sono all'altezza dello standard di Hippolyte. Le idee ci sono, però mi sembra proprio che manchi un po' di "fotografia" e che l'autore abbia fatto assai presto: pensata e fatta, ma non è venuta tanto bene... che l'autore non me ne voglia!

hippolyte said...

Innanzitutto grazie per riconoscermi uno standard di qualità nelle mie scelte, poi nello specifico non sono ovviamente d'accordo: per quanto siano delle serie che posso in parte sentire interlocutorie, nel senso che per alcuni aspetti mi sembrano ancora in via di sviluppo, mi lasciano comunque con una forte curiosità di seguire l'evoluzione dei lavori. Sulla mancanza di 'fotografia', dal mio punto di vista non penso sia vero, ma sia per me che per te ci sarebbe bisogno di vedere delle vere stampe. Semplicemente io ho dato il beneficio del dubbio, tu evidentemente no!

Ciao e grazie

Anonymous said...

Ciao!

Non volermene! Lo sai che sono "radical"...Hai scelto le migliori per il blog. Le altre non sono certo sullo stesso livello, in particolare quelle dei cartelli sembrano fatte in una mezza giornata (o mezz'ora?)... e imbellettate con titoli, serial concettuali un po' "fighetti". Lo stesso cartello da due angolazioni diverse e l'effetto (bello) perché ha auto fortuna con l'esposizione. Il sito del Corradi mi ha dato sui nervi, perché si presenta come assai "definitivo" e assai poco work in progress... si fosse presentato altrimenti sarei stato clemente (forse).

A presto,

tuo affezionato

logu said...

Ero entrato nei commenti per dire che le foto dei cartelloni mi erano piaciute un sacco.. ora sembra che lo faccia per crear polemica.

Io dico la mia: quell'idea è veramente bella, e i colori ottenuti sono ottimi. Poi se abbia avuto culo o no.. a noi non è dato saperlo.

Quello sulle tracce del mare mi piace meno e se ne sono visti altri su quel genere.

Logu

Carlo Corradi said...

Devo anzitutto ringraziare H-B per questa pubblicazione di cui mi sono accorto solo oggi grazie alla segnalazione di un'amica.

Per ciò che riguarda il commento di "Anonymous" :

1) apprezzo anzitutto il suo nick name : 'Anonymous'.
Potrebbe realmente darmi qualche spunto per uno dei miei prossimi lavori.

2) il fatto che si siano giudicate positivamente alcune idee alla base dei lavori pubblicati è di certo una cosa molto positiva.
Se passa l'idea è già un grande risultato.

3) Per ciò che riguarda la realizzazione posso garantire che trattasi realmente di immagini fotografiche in cui l'intervento di post-produzione è minimo ed è funzionale alla resa dell'idea.

4) mi spiace di non aver aggiornato il sito ultimamente, ma i lavori realizzati sulle spiaggie e nelle periferie sono tutt'ora in progress, mentre il lavoro sui cartelloni è di fatto chiuso.

5) Che dire di più ...."dovreste vedere questi lavori stampati su carta fine art ...etc ...etc"...
ma dopo il recente post "ON EIZO" forse sarebbe meglio dire " dovreste veramente gustarvi questi lavori sul mio "LACIE electron blue" .

Ringrazio di nuovo Fabio e Alessandro per la cortese citazione.
Spero realmente di potervi conoscere dal vivo per discutere di fotografia con voi.

Carlo Corradi